Sicurezza antincendio

Con Decreto 22 ottobre 1985 n. 122 "Norme di sicurezza antincendio per l'edilizia ed impianti" il Servizio Antincendio in attesa dell'emanazione di norme specifiche in materia indica le norme di prevenzione incendio che devono essere applicate in fase progettuale.
Tutti i progetti dei fabbricati ed impianti specificati ai punti 1.2 e 1.3  del Capo I del Decreto 22 ottobre 1985 n. 122, sia nei casi di nuova costruzione sia in quelli di sostanziali ristrutturazioni o ampliamenti, sono soggetti al parere di conformità alle norme di prevenzione incendi da parte del Servizio Antincendio.
Il Servizio Antincendio pertanto si inserisce all'interno dell'iter procedurale ed autorizzativo delle pratiche edilizie emanando pareri propedeutici all'autorizzazione delle stesse.
Il Servizio Antincendio, a seconda dell'entità e del tipo di costruzione ed impianti, può richiedere ulteriore documentazione oltre quella necessaria per il rilascio della concessione edilizia.

In base al Decreto n. 122/1985 pertanto il Servizio si occupa di:

1.    Ricevere gli elaborati progettuali di edifici e impianti di cui ai punti 1.2 e 1.3. del Capo I del Decreto sia nei casi di nuova costruzione sia in quelli di sostanziali ristrutturazioni o ampliamenti;
2.    Esprimersi entro il termine di 15 giorni rilasciando, se a norma, un attestato di conformità alle norme di prevenzione incendi;
3.    Effettuare sopralluoghi al fine di verificare l'adempimento delle prescrizioni impartite;
4.    Rilascio di nullaosta antincendio utile al fine del rilascio dell'Attestato di conformità edilizia e Agibilità

 

Fascicolo di Intervento per le Attività a Maggior Rischio Incendio

Con il Decreto Delegato n.146 del 6 agosto 2010 è istituito il fascicolo di intervento per le attività a maggior rischio di incendio.
Il decreto ha per oggetto le disposizioni riguardanti l’individuazione delle attività, dei locali, depositi, impianti ed edifici a maggior rischio in caso di incendio, il contenuto del fascicolo di intervento relativo alle medesime attività, locali, depositi, impianti ed edifici, nonché gli obblighi di redazione, aggiornamento, conservazione e trasmissione del fascicolo presso il Servizio Protezione Civile.
Le attività, i locali, depositi, impianti ed edifici a maggior rischio in caso di incendio sono quelli rientranti nell’elenco di cui all’Allegato A del Decreto.
Il fascicolo di intervento riguardante le attività, i locali, depositi, impianti ed edifici a maggior rischio di incendio, deve contenere un elenco di informazioni, da produrre in formato sia elettronico che cartaceo.
Gli esercenti delle attività o, in mancanza di attività esercitata, i responsabili degli edifici, dei depositi, dei locali e degli impianti elencati all’Allegato A, hanno l’obbligo di redigere e trasmettere al Servizio di Protezione Civile il fascicolo di intervento, in formato sia cartaceo (due copie) che elettronico – attraverso il sito indicato nella sezione "3.3 Consegnare un fascicolo di intervento"

 

3.3 Consegnare un fascicolo di intervento

Prerequisiti:
L'attività deve rientrare nell'elenco allegato al Decreto Delegato 146/2010 (E' possibile presentare un fascicolo anche per attività non soggette)

Documentazione da presentare:
a) Duplice copia cartacea  (formato A3) della "Scheda informativa generale" contenente le informazioni di cui al comma 2 dell'articolo 3 del DD146/2010-modello Allegato B al DD146/2010;
b) Duplice copia cartacea (formato A3) degli Elaborati grafici, come descritti al comma 3 dell'articolo 3 del DD146/20-modello Allegato C al DD146/2010;
c) compact disk contenente i documenti di cui sopra in formato elettronico, estensione PDF.

Modulistica:
- Scheda informativa generale 
- Elaborati grafici ( modelli pdfmodelli dwg-dxf contenenti simbologia da adottare negli elaborati grafici, prevista dall’allegato “D”)

Successive variazioni:
Gli esercenti delle attività o, in mancanza di attività esercitata, i responsabili degli edifici, dei depositi, dei locali e degli impianti elencati all’allegato A, sono tenuti a comunicare, entro il termine di 15 giorni dall’avvenuta variazione, ogni modifica rilevante relativa alle attività, agli edifici, locali, impianti e depositi, ai dati dei soggetti reperibili, e ad ogni altra informazione contenuta nel fascicolo di intervento già trasmesso al Servizio di Protezione Civile.

Conferme:
Ai sensi dell’articolo 4, comma 3, del Decreto Delegato 6 agosto 2010 n.146, come modificato all'articolo 1 del Decreto Delegato 28 agosto 2019 n.130, anche in assenza di variazioni, vi è l'obbligo di confermare la documentazione ogni cinque anni, mediante la presentazione presso il Servizio Protezione Civile del seguente modulo (è ammessa anche la trasmissione tramite fax al 0549 887089 o a mezzo SERC-raccomandata elettronica dal domicilio digitale dell'operatore economico dell'attività soggetta a fascicolo al domicilio digitale protezione.civile@pa.sm):
Modulo conferma fascicolo

Contatti

Tel. 0549 887088 - Fax 0549 887089
E-mail: protezione.civile@pa.sm
ing. Pietro Falcioni Tel. 0549 887086 - E-mail: pietro.falcioni@pa.sm