Organizzazione dell'Amministrazione

La struttura ed il modello organizzativo sono volti a realizzare il coordinamento e a favorire l’innovazione, l’integrazione e la collaborazione tra le varie componenti funzionali, che si realizzi sul piano strutturale e di conseguenza nelle regole e nelle procedure dell’attività complessivamente svolta.

Le attribuzioni e responsabilità dei diversi ruoli nella Pubblica Amministrazione, in coerenza con la Legge Quadro 31 luglio 2009 n.105, si basano su un modello organizzativo in cui è definito il funzionamento sia secondo la linea verticale gerarchico/funzionale sia secondo la linea orizzontale afferente ai processi organizzativi e alla gestione di progetti.

Alla base del nuovo modello di amministrazione pubblica c'è la: Legge 5 dicembre 2011 n.188 - Riforma della struttura e del modello organizzativo dell'Amministrazione Pubblica

 

Organi collegiali dello Stato con funzioni di amministrazione e gestione

 

Struttura della Pubblica Amministrazione

 

Enti Autonomi

 

Unità Extra-Dipartimentali

 

Forze dell'Ordine

 

(Definizioni)

Nella presente legge si intende:
a) per “amministrazione”, l’insieme degli organi, uffici, servizi, enti pubblici ed aziende dello Stato e le pertinenti attività del Settore Pubblico Allargato;
b) per “Settore Pubblico Allargato”, tutte le articolazioni della struttura amministrativa dello Stato così come indicate nel successivo articolo 4 e nel Titolo IV dell’Allegato A;
c) per “Pubblica Amministrazione” o “PA”, unicamente l’insieme degli organi della Funzione Pubblica, nonché dei Dipartimenti, delle Unità Organizzative in cui si articolano e dell’Autorità di cui agli altri Titoli dell’Allegato A;
d) per “Enti”, gli Enti pubblici e le Aziende di Stato;
e) per modello organizzativo della Pubblica Amministrazione, l’insieme delle dipendenze gerarchiche, dei ruoli e dei principali processi decisionali per la gestione della Pubblica Amministrazione, anche in rapporto con il Settore Pubblico Allargato, con funzioni di linea verticale o gerarchica e di linea orizzontale o trasversale.

 

(Struttura del Settore Pubblico Allargato)

1. La struttura del Settore Pubblico Allargato è composta dalla PA e dai suoi Dipartimenti nonché dagli Enti Pubblici ed Aziende Autonome di Stato e dalle loro articolazioni organizzative interne.

2. Le Aziende Autonome di Stato e gli Enti Pubblici non fanno parte dell’organizzazione dipartimentale della Pubblica Amministrazione, ma sono comunque soggetti alla presente legge per le parti applicabili ivi espressamente regolate, ferme restando le autonomie e le specificità di ciascuno di essi per ciò che concerne la loro articolazione organizzativa interna e le speciali norme regolatrici.

3. Le Aziende e gli Enti sono inoltre soggetti ai principi e alle norme di pubblico impiego e dei rapporti di lavoro alle dipendenze dello Stato e sono tenuti ad applicare le disposizioni impartite per il coordinamento organizzativo dell’attività dell’amministrazione complessivamente intesa ed a contribuire al suo generale miglioramento. La presente legge indica gli ambiti di coordinamento delle attività degli Enti ed Aziende pubbliche con i Dipartimenti e con la Direzione Generale della Funzione Pubblica (di seguito anche DGFP).